Innovation Manager

I nostri eventi e le nostre storie ci dicono chi siamo: esplora con noi i percorsi, gli incontri, i progetti e le partnership che XLabor promuove per valorizzare il lavoro di manager e aziende.

Voucher consulenza in innovazione – Secondo sportello
Le aziende (PMI) che vogliono sviluppare progetti di innovazione hanno l’opportunità di finanziarli con un voucher messo a disposizione dal MIMIt (Ministero delle Imprese e del Made in Italy).

Il provvedimento “Voucher per consulenza in innovazione – Secondo sportello” disciplina infatti la concessione ed erogazione delle agevolazioni in forma di voucher a favore delle PMI e delle reti, con riferimento alle risorse finanziarie disponibili per l’intervento, al fine di sostenere l’acquisito di consulenze specialistiche in materia di processi di trasformazione tecnologica e digitale, nonché di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi dell’impresa, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali.

La prima fase prevede la compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni dal 26 ottobre fino alle ore 12.00 del 23 novembre 2023. La seconda fase prevede invece la presentazione della domanda, a partire dal 29 novembre.

In fase di compilazione della domanda, il soggetto proponente deve selezionare il responsabile qualificato o la società di consulenza di cui intende avvalersi ai fini delle agevolazioni, consultando l’apposito elenco del MIMIt a disposizione delle aziende.

Approfondimenti e link per scaricare la documentazione sono disponibili sul sito del MIMIt

Edizione 2023
Il Ministero delle Imprese e del Made In Italy (MIMIT) ha lanciato il 22 giugno 2023 la seconda edizione, dopo quella del 2019, del Voucher per la consulenza in Innovazione. Come in quell’occasione, anche a Manageritalia è stato affidato il ruolo di asseveratore con la predisposizione e l’aggiornamento dell’apposito Albo degli Innovation Manager.

Iscrizione dei manager e contributo alle aziende
Dal 22 giugno al 5 ottobre 2023 (data prorogata con Decreto direttoriale del 29/8/2023) è stato possibile iscriversi all’elenco dei manager qualificati e delle società di consulenza per supportare le imprese e le reti di impresa nelle azioni previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0. Qui il testo del decreto e i moduli per l’iscrizione (il Modulo di istanza per i manager è l’allegato 2).

Le imprese potranno ricevere i seguenti importi:

  • Micro e piccole: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 40 mila euro
  • Medie imprese: contributo pari al 30% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 25 mila euro
  • Reti di imprese: contributo pari al 50% dei costi sostenuti fino ad un massimo di 80 mila euro

Si considerano ammissibili al contributo le spese sostenute a fronte di prestazioni di consulenza specialistica rese da un manager dell’innovazione qualificato, indipendente e inserito temporaneamente, con un contratto di consulenza di durata non inferiore a nove mesi, nella struttura organizzativa dell’impresa o della rete.

Supporto alle imprese e competenze dei manager
Le imprese potranno richiedere un contributo per la transizione green e digitale attraverso i soggetti iscritti all’elenco del MIMIT che potranno erogare consulenze specifiche relative l’applicazione delle seguenti tecnologie:

  • big data e analisi dei dati;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security;
  • integrazione delle tecnologie della Next Production Revolution (NPR) nei processi aziendali, anche e con particolare riguardo alle produzioni di natura tradizionale;
  • simulazione e sistemi cyber-fisici;
  • prototipazione rapida;
  • sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa tridimensionale;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • integrazione e sviluppo digitale dei processi aziendali;
  • programmi di digital marketing, quali processi trasformativi e abilitanti per l’innovazione di tutti i processi di valorizzazione di marchi e segni distintivi (c.d. “branding”) e sviluppo commerciale verso mercati;
  • programmi di open innovation.

I consulenti potranno inoltre supportare le imprese anche nei processi di ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi, compreso l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali, con l’applicazione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali, nelle strategie di gestione aziendale, nell’organizzazione del luogo di lavoro, a condizione che comportino un significativo processo di innovazione organizzativa dell’impresa.

Le domande da parte dei manager qualificati sono state inviate, accedendo alla procedura informatica https://padigitale.invitalia.it/,  a partire dalle ore 10.00 del 22 giugno 2023 ed entro le ore 17.00 del 5 ottobre 2023 (data prorogata con Decreto direttoriale del 29/8/2023). Il possesso dell’asseverazione e iscrizione all’Elenco Innovation Manager Manageritalia ha agevolato la valutazione da parte del Ministero.

I manager qualificati che hanno deciso di iscriversi all’elenco MIMIt al fine di offrire in proprio i servizi manageriali oggetto del contributo sono stati tenuti a presentare, esclusivamente tramite la procedura informatica, l’istanza di iscrizione al predetto elenco, secondo lo schema del modulo di domanda di cui all’allegato n. 2.

A tal fine, i manager qualificati sono stati tenuti a dichiarare:

  1. a) il possesso dei requisiti di accesso previsti all’articolo 5, comma 2, del decreto relativi all’accreditamento negli elenchi dei manager dell’innovazione e/o di quelli indicati all’articolo 5, comma 3, del medesimo decreto;
  2. b) la specializzazione in uno o più ambiti di cui all’articolo 3, commi 1 e 2, del decreto;
  3. c) le regioni del territorio nazionale ove sono disponibili a erogare le prestazioni di consulenza specialistica;
  4. d) che le prestazioni connesse all’incarico manageriale, oggetto delle agevolazioni di cui al decreto, vengono svolte in proprio.

Le domande sono state verificate e nel caso approvate dagli uffici del Ministero. L’accreditamento presso gli Albi o Elenchi dell’innovazione istituiti presso le associazioni di rappresentanza dei manager, tra le quali Manageritalia ha certamente costituito una condizione di vantaggio. I manager iscritti nell’elenco del 2019 hanno dovuto rifare la domanda.

Per entrare nell’Elenco Manageritalia è stato necessario compilare l’apposita domanda online e attendere l’esito della valutazione da parte di XLabor, la divisione per il mercato del lavoro manageriale di Manageritalia. Il manager ha quindi dovuto autocertificare la veridicità di competenze ed esperienze vantate rispondendo al form per l’asseverazione e riportate nello specifico CV da allegare al sito xlabor.it

Dopo aver compilato la domanda e aver ottenuto l’asseverazione è necessario essere iscritti o iscriversi a Manageritalia, per poter essere inseriti nel nostro Albo, un obbligo imposto dal voler asseverare solo professionisti associati.

L’iscrizione, in ogni caso, offre al manager servizi e vantaggi di altissimo livello e qualità ben oltre l’inserimento nell’Albo degli Innovation Manager e il costo della quota stessa (120 euro).

Dopo aver ottenuto l’asseverazione da Manageritalia (bastano pochi giorni) si deve procedere con la domanda di iscrizione presso il Ministero, indicando il riferimento all’iscrizione presso il nostro Albo nell’apposito format di cui all’allegato n. 2.

Per il buon esito dell’iscrizione alla Banca dati del Ministero e la corretta presentazione della richiesta va considerato che:
a. l’iscrizione all’albo degli Innovation manager non contempla la contestuale iscrizione nella banca dati del MIMIt. L’iscrizione è infatti necessaria per fruire di questo incentivo;
b. è necessario firmare digitalmente il documento in pdf che riceverai a fronte dell’iscrizione e caricarlo in area riservata, accertandoti dopo alcuni giorni che nell’area riservata sia presente l’attestazione.

È stato possibile fare domanda presso il Ministero anche senza l’iscrizione all’Albo Manageritalia o anche in caso di mancata asseverazione; questo comporterà una valutazione da parte del Ministero stesso.

Per ogni ulteriore informazione contattare xlabor@manageritalia.it

VEDI L’ELENCO UFFICIALE DEGLI INNOVATION MANAGER 2023

Edizione 2019

Manageritalia, con XLabor, ha supportato a fine 2019 l’iniziativa del MISE destinata a favorire la trasformazione digitale delle PMI attraverso l’erogazione di un voucher per finanziare l’inserimento temporaneo di un Innovation Manager. Il voucher, che poteva arrivare ad un massimo di 40 mila euro, copriva fino al 50% del costo dell’inserimento temporaneo del manager, per un minimo di 9 mesi.

Al decreto, pubblicato in G.U. il 1° luglio 2019, è seguito poi un successivo decreto del Mise 29 luglio 2019 che stabiliva le modalità di iscrizione nell’apposito elenco dei manager qualificati e delle società di consulenza.

Il voucher poteva essere utilizzato solo dalle aziende che sceglievano gli Innovation Manager tra quelli accreditati nell’elenco dei manager qualificati e delle società di consulenza presso il MISE.